Luigi Gandola e il suo Salice Blu

Oggi desidero presentarvi Luigi Gandola, famoso chef a livello mondiale... ecco la sua storia!

  • Luigi Gandola e il Salice Blu, da ove nasce questo nome?

I miei genitori hanno scelto questo nome per il ristorante, costruito e aperto da loro nel. Mio papà era uno chef e mia mamma per amore l’ha seguito nella realizzazione di questo sogno.

Il nome “Salice Blu” nasce dal luogo del loro primo appuntamento. Ha un valore affettivo, è stato come un altro figlio per loro e io che, sono la seconda generazione, cerco di mantenere quel sapore romantico che caratterizza la storia del ristorante.

  • Come si avvicina al mondo delle ricette, cosa l’ha spinta a diventare un grande chef? E’ sempre stato il suo desiderio o pensava ad altro quando era piccolo?

Io quasi ci sono nato in cucina, mia mamma è stata a fianco di mio papà fino agli  ultimi istanti prima del parto. E fin da piccolissimo stavo tra i fornelli con mio papà, affascinato da quel mondo. Ho sempre giocato alla cucina con mia sorella, perciò la mia passione, che poi è diventata la mia professione, è sempre stata manifesta.

  • Che tipo di cucina proponete?

Una cucina legata alla storia e al territorio del Lago di Como con reinterpretazioni.  Sono molto orgoglioso di essere nato in questa bellissima zona di Italia e ogni giorno cerco di valorizzarne i prodotti, scegliendo gli ingredienti a metri 0 (verdure ed erbe aromatiche arrivano direttamente dal mio orto dietro al ristorante) e nuovi accostamenti con altri ingredienti.

  • Quali sono le sue passioni quando non è in cucina?

Adoro girare il mondo con mia moglie. Ha un particolare intuito per le esclusività e da ogni viaggio torniamo con un bagaglio di sapori nuovi. Fortunatamente anche lei ama mangiare! Mi rilassa molto stare in natura e lavorare il legno.

  • Quali prelibatezze è solito consigliare a chi magari è un po’ insicuro su cosa ordinare?

Sicuramente consiglio i nostri piatti vegetariani, che cambiano di settimana in settimana e in base alla stagione. Consiglio molto anche il pesce di lago, perché poche persone, purtroppo, lo conoscono.

  • Avete anche una scuola di cucina di che cosa si tratta? Possono partecipare tutti?

Organizziamo corsi di vario genere, da quelli per i turisti stranieri di poche ore a quelli costruiti ad hoc per occasioni speciali. Possono partecipare tutti, anche i bambini, perché è un momento davvero divertente e indimenticabile. I nostri ospiti ci mandano spesso fotografie delle loro preparazioni che riprovano da casa e questo è davvero soddisfacente!

  • Vi occupate anche di matrimoni e catering, suggerite voi le pietanze o è la coppia a dare indicazioni?

Sì, facciamo catering ma non ci definiamo un catering. Piuttosto siamo una “cucina on the road” perché nelle location sprovviste di cucina utilizzabile portiamo la nostra sulle ruote per garantire la qualità del cibo come se fossimo al Salice Blu. Il menù è cucito a sei mani: importantissimo è il primo incontro di conoscenza, in cui le coppie mi spiegano la loro idea di ricevimento e in un secondo momento propongo alcune opzioni di portate che i futuri sposi possono degustare.

 

INFO: https://www.ristorante-saliceblu-bellagio.it/

Salice Blu restaurant born in 1973. Flora and Mino Gandola opened for the first time this structure self-builded. In recent years, the kitchen is followed by his son Luigi with the help of his staff composed of skilled young chefs.

During the winter in 2005, the restaurant Salice Blu was completely renovated. Rooms have been given by particular attention during the work, and now inside the restaurant the atmosphere is elegant, warm and welcoming.

The first glance to those who cross the entrance door are the numerous medals, awards and trophies won by Chef Luigi in international culinary competitions he participated.

The restaurant offers a large choice of dishes without gluten: that’s why it is recognized and appreciated by the community of celiac.

Scroll to Top